BRUSSELS ART SQUARE 2016

Tag

, ,

Il Sablon innalza il padiglione italiano!
23, 24 & 25 settembre 2016

www.brusselsartsquare.com
brusslesartsquare@gmail.com

Durante un week-end di esposizioni in una cinquantina di luoghi come gallerie d’arte e di antiquariato e case d’asta, il quartiere del Sablon sarà in primo piano sulla scena internazionale del mercato dell’arte : su iniziativa dell’associazione Brussels Art Square, l’evento accoglierà una selezione di antiquari e galleristi italiani portati in scena dai loro colleghi di Bruxelles!

« Bruxelles è la capitale dellEuropa : perché non fare del Sablon, per tre giorni, la capitale europea del mercato dellarte e dell’antiquariato ? » da questa riflessione è nato due anni fa l’invito inedito che galleristi e antiquari, riuniti sotto l’associazione “Brussels Art Square”, hanno lanciato ai loro colleghi del Regno Unito.

Questa nuova scommessa alla quale hanno risposto con entusiasmo persone del calibro di Peter Finer, Tomasso Brothers, Raphael Valls e tanti altri, è stato un seccesso indiscutibile. Dopo la Spagna nel 2015, adesso è l’Italia a essere l’ospite d’onore di quest’anno.

Nello specifico, le gallerie italiane sono invitate a esporre qualche oggetto rappresentativo della loro attività nello spazio insieme al loro ospitante brussellese. L’idea è di creare, per armonia o per contrasto, un insieme interessante.

Vantaggi per gli invitati:

  • Beneficiare, con poche spese, di una vetrina sul mercato belga.
  • Un’occasione per farsi notare dai loro clienti « BRAFA » o « TEFAF »

Vantaggi per Brussels Art Square:

  • Dare una dimensione internazionale alla manifestazione e quindi renderla più interessante anche per i clienti belgi.
  • Racchiudere questo evento in due date per incitare i clienti a spostarsi.
  • Attirare nel quartiere del Sablon un nuovo pubblico che potrebbe tornarci durante l’anno.

Vantaggio reciproco: creare o rinforzare i legami professionali tra gli antiquari del Sablon e i grandi mercati esteri.

 

Deux jours, une nuit di Jean-Pierre Dardenne e Luc Dardenne

Tag

, , , , ,

SABATO 19 MARZO 2016 15:30

Centre Cultural Français Corso Magenta 63
DEUX JOURS, UNE NUIT DI JEAN-PIERRE DARDENNE LUC DARDENNE

Francia, Belgio, Italia, 2014, 95’
con Marion Cotillard, Fabrizio Rongione, Catherine Salée

Sandra, aidée par son mari, n’a qu’un week-end pour aller voir ses collègues et les convaincre de renoncer à leur prime pour qu’elle puisse garder son travail.

Sandra, aiutata dal marito, ha soltanto un fine settimana per convincere i colleghi a rinunciare al premio di produzione affinché lei possa conservare il proprio posto di lavoro.

CON IL SOSTEGNO DELL’AMBASCIATA DEL BELGIO

Versione  francese con sottotitoli in italiano
Ingresso libero fino a esaurimento posti

Guarda il trailer:

.

DOVE

CinéMagenta63

Amélie Nothomb in Italia 24 – 25 Febbraio 2016

Tag

, , ,

Amélie NothombAmélie Nothomb nasce nel 1967 a Kobe, in Giappone, dove il padre, rampollo di un’antichissima e nobile famiglia belga, è diplomatico. Trascorre l’infanzia e la giovinezza in vari paesi dell’Asia e dell’America, seguendo i genitori nei loro continui cambiamenti di sede. Questi primi anni di vita sono raccontati da lei stessa in molti libri, soprattutto in Biografia della fame, una vera e propria autobiografia in cui parla dell’anoressia, dello straordinario rapporto simbiotico con la sorella, dei paesi dove ha vissuto. A 21 anni torna da adulta in Giappone, terra da lei incondizionatamente amata, e lavora per un anno in una grande impresa giapponese, con esiti disastrosi e ironicamente raccontati in Stupore e tremori. Alla fine di questa devastante esperienza, rientra in Francia e propone il manoscritto di uno dei suoi romanzi a una solida e storica casa editrice, Albin Michel. Si tratta di Igiene dell’assassino, che esce il primo settembre del ’92 e conquista subito folle di lettori. Alcuni critici si rifiutano di credere che questo romanzo sia stato scritto da una esordiente di 25 anni. Come ha raccontato in numerose interviste (la rassegna stampa a lei dedicata è poderosa), scrive da quando aveva 17 anni e con assoluta regolarità, per almeno quattro ore al giorno, preferibilmente al mattino presto, dalle 4 alle 8, sollecitata da numerose tazze di tè nero fortissimo. A questo ritmo produce alcuni romanzi l’anno fra i quali sceglie quello da pubblicare, che esce regolarmente in Francia per la rentrée letteraria. Le sue leggendarie manie e abitudini ne hanno fatto in breve un personaggio riconosciuto e amato come una pop star: veste regolarmente di nero, al massimo con qualche tocco di rosso, indossa bizzarri e imponenti cappelli, non usa tecnologia e scrive a mano, su quaderni che porta sempre con sé. Ma soprattutto ha un’intelligenza e uno spirito acutissimi che rendono le sue (non frequenti) apparizioni televisive un piacere, come sanno anche gli spettatori italiani che l’hanno vista in Otto e mezzo intervistata da Giuliano Ferrara (2006), a Le invasioni barbariche (2007) intervistata da Daria Bignardi, a Parla con me intervistata da Serena Dandini, e recentemente intervistata nella trasmissione La Mala Educaxxxion sul tema “sesso e multiculturalità”. Digitando il nome di Amélie Nothomb su un motore di ricerca si ottengono più di due milioni di risultati. E su YouTube più di 100 filmati. Ha pubblicato fino a oggi 21 romanzi, e tutti e 21 sono stati tradotti e pubblicati in Italia da Voland, la casa editrice italiana a cui ha dichiarato molte volte in varie interviste di voler rimanere fedele. A sua volta Voland ha ceduto i diritti di alcuni suoi romanzi a Guanda, per farne dei tascabili. Nel 2011 Voland ha pubblicato nella sua nuova collana Superconomici i tascabili di Cosmetica del nemico e Diario di Rondine, e nel 2012 di Né di Eva né di Adamo. Secondo i dati forniti dalla casa editrice francese, Amélie Nothomb è tradotta in 45 paesi diversi e ha venduto nel mondo più di 2 milioni di libri, escluse le vendite in Francia. Per Causa di forza maggiore, uscito nel 2009, ha vinto in Francia il Grand Prix Jean Giono per l’insieme della sua opera ed è stata finalista in Italia al Premio SuperFlaiano 2008. Una forma di vita è stato selezionato per il Premio Goncourt 2010. Nel febbraio 2012 in tutte le librerie è uscito Uccidere il padre al prezzo straordinario di 9 €. A Natale 2012 invece è arrivato nelle librerie Maxi, raccolta di 5 romanzi di AmélieMetafisica dei tubi, Sabotaggio d’amore, Stupore e tremoriNé di Eva né di Adamo e Biografia della fame.
L’attore francese Daniel Auteuil ha fatto sapere di voler realizzare un film ispirato al libro Barbablù, uscito in Italia a febbraio 2013.
In Francia, come di consueto, a fine agosto 2013 è stato pubblicato il nuovo romanzo di Amélie NothombLa nostalgie heureuse, che nel giro di pochi giorni è balzato in vetta alle classiche di vendita. L’edizione italiana sarà pronta a febbraio 2014.
Attualmente la scrittrice vive tra Parigi e il Belgio.

Il delitto del Conte Neville

Nothomb Amélie
Delitto del conte Neville (Il)

traduzione di Monica Capuani

“Se non aveva mai commesso niente di indegno, non aveva neanche commesso niente di insigne.” 

Il conte Neville, aristocratico belga decaduto, è costretto a vendere il suo magnifico castello nelle Ardenne. Prima di uscire di scena, per celebrare l’onore della famiglia, decide di organizzare una lussuosissima festa di addio. Ma nei giorni che precedono l’evento Sérieuse, la sua figlia più giovane, fugge di casa e si nasconde nella foresta. A trovarla è una misteriosa chiaroveggente e sarà costei, dopo aver avvertito il conte del ritrovamento della ragazza, a fargli una spaventosa profezia: “Durante il ricevimento, lei ucciderà un invitato.” Il conte Neville, ossessionato da queste parole, dovrà trovare un modo per sfuggire al suo tragico destino. Riprendendo Oscar Wilde e la tragedia greca Amélie Nothomb gioca con la letteratura e con l’intelligenza dei lettori, fornendo come al solito una sua personale versione dei miti.

19810229010101_170518

19810229010101_170336

LET’S FLY FOR FREE! LOOP, il programma fedeltà di Brussels Airlines

bair-bru-oct15-header

Per chi vola abitualmente a Bruxelles e nelle capitali europee, Brussels Airlines propone LOOP, il nuovo programma di fidelizzazione che consente di ottenere rapidamente voli gratuiti in Europa tutto l’anno, in ogni classe, senza alcuna restrizione.

Si guadagnano 3 LOOPs per ogni Euro speso sui voli operati da Brussels Airlines in Europa.

I voli prenotati entro il 31 dicembre 2015 permettono di ottenere il doppio di LOOPs (6 al posto di 3).

Grazie a LOOP, si può guadagnare punti velocemente. Come funziona? È semplice:

family2

CON LOOP SI GUADAGNA SEMPRE, ANCHE IN COMPAGNIA.
Grazie a LOOP, si guadagna punti (LOOPs) su ciascun volo Brussels Airlines in Europa. È semplice e veloce: per ogni euro speso, si riceve 3 LOOPs. E si può anche condividere LOOPs con le persone che vivono insieme a lei, per guadagnare ancora più velocemente!

flight2

UTILIZZA I SUOI LOOPS E VOLA GRATIS.
Può utilizzare i suoi LOOPs su tutti i voli europei operati da Brussels Airlines, per ogni tipo di biglietto, ogni giorno dell’anno. Non ha ancora abbastanza LOOPs per pagare il suo biglietto per intero? Non si preoccupi, può sempre pagare il resto in euro!

lugages2

SIGNIFICA RIPARTIRE ANCORA, PRIMA DEL PREVISTO!
Non ti resta che preparare le valigie, ripartire per un viaggio e… guadagnare nuovi LOOPs!

.

.

Per maggiore informazioni consultare il sito LOOP:

 http://www.brusselsairlines.com/it-it/loop/informazioni-su-loop.aspx

 

Jaco van Dormael e Benoit Poelvoorde all’Anteo per presentare il film “Dio Esiste e vive a Bruxelles”

Tag

, , , , , , ,

Dioesiste-locandina

http://www.spaziocinema.info/news/incontro-dio-esiste

Selezionato alla 47. Quinzaine des réalisateurs

Anteo spazioCinema Dominica 22 novembre Ore 10.30

Proiezione del film DIO ESISTE E VIVE A BRUXELLES in v.o. con sott. it.

A seguire incontro con il regista Jaco van Dormael e  “Dio”, Benoit Poelvoorde. Modera Andrea Romeo di I Wonder Pictures.

Il film: Dio esiste. È una persona in carne e ossa come tante e vive a Bruxelles, ma non è un uomo come ci si aspetta. Con la sua famiglia è codardo e odioso. Ha una figlia un po’ ribelle che un giorno, stanca di stare chiusa nel loro piccolo appartamento, decide e di vendicarsi manomettendo il computer del padre. Con il suo gesto rivela a tutte le persone la propria data di morte, provocando un caos totale.

[youtube https://youtu.be/Lon2MpH4XEo]

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 12.521 follower